Introduzione

Benvenuti nella guida di Alo Photo Scan 5.0:
Alo Photo Scan 5.0 è un software studiato specificatamente per gestire immagini di oggetti con dimensioni che possono arrivare fino al formato A4 e riunisce sotto un’unica interfaccia tre funzioni fondamentali:

  1. acquisizione di immagini da periferiche esterne come fotocamere digitali e/o scanner;
  2. ritocco ed ottimizzazione dell’immagine tramite l’applicazione di molteplici effetti digitali come: bilanciamento del bianco, equalizzazione, individuazione contorni, applicazione contrasto, luminosità e molti altri effetti avanzati;
  3. acquisizione dell’immagine in dimensioni reali 1:1 tramite maschere di selezione.

Il principale obbiettivo di Alo Photo Scan 5.0 è quello di fornire un sistema di semplice utilizzo, ma allo stesso tempo veloce e potente, per la gestione delle immagini. Una normale attività di acquisizione immagine, fotoritocco e ritaglio, sia da fotocamera digitale sia da scanner, può richiedere mediamente da un minuto e mezzo a cinque minuti utilizzando altri prodotti in commercio. Con l’utilizzo di Alo Photo Scan 5.0 invece è possibile ottenere immagini di alta qualità in un tempo variabile da venti secondi ad un minuto!

Installazione

1- Requisiti minimi

I requisiti minimi del PC richiesti per il funzionamento di Alo Photo Scan 5.0 sono:

  • Processore Intel Pentium 4 o AMD Athlon;
  • 1 GB Ram;
  • Disco rigido con almeno 2 GB di spazio libero;
  • Scheda video SVGA True Color 1024x768;
  • Una porta USB 2.0 libera;
  • Sistema Operativo MS Windows© 7, Windows© 8 (Windows© 8 HOME escluso), Windows© 10.


Inoltre è altamente consigliato possedere una connessione internet a banda larga sia per scaricare gli aggiornamenti periodici del software, sia per la consultazione on-line della guida.

2 - Installazione su disco

Per installare Alo Photo Scan 5.0 basta semplicemente eseguire il relativo programma di installazione disponibile all’indirizzo download. Una volta avviata l’installazione si deve selezionare la propria lingua e la cartella di destinazione del software dove poi verranno copiati i file necessari. Successivamente è sufficiente seguire la procedura guidata ed attendere il completamento dell’installazione.

3 - Aggiornamento

Alo Photo Scan 5.0 possiede un sistema di aggiornamento automatico chiamato Live Update. Se la connessione a internet è attiva, all’avvio il programma si connette automaticamente al sito web http://aps.flexline.it per verificare la presenza di aggiornamenti. In caso affermativo li scarica, li installa in maniera totalmente automatica e poi si riavvia. Il programma può essere aggiornato anche manualmente andando su Supporto | Live Update .
(vedi paragrafo Supporto )

4 - Versioni precedenti

Alo Photo Scan 5.0 può coesistere con la versione precedente. Per recuperare i cataloghi precedenti si deve copiare, quando il programma non è avviato, all’interno della directory di Alo Photo Scan 5.0 tutti i vecchi file cps.dat, presenti all’interno della cartella di Alo Photo Scan 4.0, e tutta la vecchia cartella con le immagini (il percorso della cartella immagini dipende dalle impostazioni immesse dall’utente, (vedi paragrafo 4 - Configurazione catalogo).

5 - Installazione fotocamera

La fotocamera non necessita di alcun software particolare per funzionare con Alo Photo Scan 5.0. Il programma ha già al suo interno il driver necessario per comunicare con la fotocamera. Tuttavia è importante che la periferica venga correttamente collegata ad una porta USB 2.0 che sia riconosciuta dal sistema. Inoltre è fondamentale che i driver del controller USB siano installati in maniera corretta; per verificarlo basta accertarsi che in Gestione Periferiche di Windows© non ci sia nessuna indicazione di conflitti e/o problemi hardware.

Nota: Alo’ Photo Scan supporta solo fotocamere digitali Canon e Nikon tramite controllo remoto.

Primo avvio

La procedura di installazione crea in automatico l’icona di avvio del programma sul desktop e nel menù Start di Windows©. Al primo avvio il programma parte nella modalità demo in cui è possibile provare ogni funzionalità, senza nessuna limitazione, di Alo Photo Scan 5.0 per un periodo di 30 giorni. Alla scadenza di tale periodo dimostrativo il programma cesserà di funzionare; per continuare ad utilizzarlo anche in seguito occorre inserire il codice di attivazione. E’ possibile sbloccare la modalità demo eseguendo la procedura di registrazione anche prima della scadenza dei 30 giorni di prova.

Nota: terminato il periodo di prova, il programma cesserà di funzionare fino a che non verrà effettuata la procedura di registrazione. Tuttavia i dati inseriti non verranno cancellati.

1 - Registrazione programma

La procedura di registrazione è necessaria per disattivare la modalità demo e per poter usare il programma anche una volta scaduto il periodo di prova di 30 giorni. Da notare che la registrazione non aggiunge alcuna ulteriore funzionalità in quanto tutte le funzioni di Alo Photo Scan 5.0 sono già attive dall’installazione.
La procedura di registrazione parte automaticamente all’avvio del programma se il periodo di prova è scaduto. Se si desidera registrare il prodotto prima della scadenza, avviare tale procedura dal menù Supporto | Registra .


La procedura è mostrata nella maschera sottostante: per procedere alla registrazione riempire i campi richiesti: il nome dell’organizzazione, un indirizzo email e il codice di licenza(negli appositi 5 campi); poi cliccare sul pulsante Registra.



Per registrare Alo Photo Scan Move deve essere selezionato il corretto tipo di licenza.


Nota: al termine della registrazione riavviare il programma.

Il plugin Catalogo è il modulo integrato in Alo Photo Scan 5.0 per la gestione dei cataloghi. E’ una funzionalità aggiuntiva a pagamento che richiede un’ulteriore procedura di registrazione. Può essere usata gratuitamente senza limiti nei 30 giorni di prova, alla scadenza dei quali occorrerà procedere alla registrazione. Tuttavia nella versione demo, all’apertura di ogni maschera apparirà un avviso e le stampe generate avranno sullo sfondo una filigrana per ricordare che il modulo gira in modalità non registrata. La mancata registrazione a fine del periodo di prova non influisce in alcun modo sul funzionamento di Alo Photo Scan 5.0, ma impedisce solo l’uso del modulo Catalogo. Per la procedura di registrazione del modulo Catalogo cliccare sul menù Cataloghi | Registra

Per la gestione dei cataloghi vedere il paragrafo Gestione Cataloghi.


Nota: al termine della registrazione si consiglia di riavviare il programma.

3 - Operazione preliminare

Assicurarsi che le attrezzature siano impostate correttamente.

  • Connettere il cavo mini-USB alla fotocamera e al computer

  • Controllare la configurazione della fotocamera:

    1. Impostare lo zoom della fotocamera su “AF” (Autofocus) sulla fotocamera;

    2. Impostare la modalità “M” (Manuale) sul corpo della fotocamera;

    3. Impostare la forza del flash della fotocamera a -1.33 :

      - Menù Fotocamera

      -- Controllo Flash

      --- Flash Incorporato

      ---- Flash exp. comp


    4. Disattivare la fotocamera su spegnimento automatico

  • Utilizzare un adattatore AC in sostituzione delle batterie

  • Accendere LCD (Liquid Crystal Display-Schermo a Cristalli Liquidi) della fotocamera


Alcuni suggerimenti utili:

  • Cercare sempre di abbassare ISO per ottenere la migliore qualità dell’immagine, senza aggiungere rumore a quest’ultima. Iniziare con ISO 100.

  • Per quanto riguarda gli oggetti piatti, provare un valore di apertura piccolo, per esempio 13 oppure ancora minore; per più oggetti tridimensionali, provare un valore maggiore, per esempio 18-22.

  • Una volta stabiliti ISO e il valore di apertura, è necessario concentrarsi sul valore temporale. In questo momento, come si può osservare la luminosità generale nell’anteprima, è possibile modificare tale valore in base a quanto si desidera illuminarla oppure oscurarla.
    Se tale valore fosse superiore a 1/60, potrebbe rischiare di sfocare l’immagine. In ogni caso, se l’immagine è ritenuta ancora troppo oscura con il valore a 1/60, si consiglia di modificare il valore di apertura, ISO o lo zoom (in/out)

Brevi Regolamenti:

  • Oggetti piatti (meno profondità di campo): TV=1/80, AV=11, ISO=100.

  • Oggetti tridimensionali (maggiore profondità di campo): TV=1/20, AV=22, ISO=100

4 - Impostazioni generali

Per impostare vari aspetti del programma Alo Photo Scan 5.0 premere il tasto in alto a sinistra e poi il tasto Impostazioni . Verrà così presentata la seguente finestra di modifica delle impostazioni generali:

Tramite questa form si possono impostare i seguenti parametri:

  • Abilitare/disabilitare il debug: le informazioni di debug vengono scritte nel file log.txt all’interno della directory di installazione di Alo Photo Scan 5.0. Il file di log può essere utile per avere un’assistenza tecnica più veloce in caso di bug del programma;
  • Selezionare la lingua del programma;
  • Abilitare/disabilitare l’update automatico del programma all’avvio;
  • Abilitare/disabilitare il ricampionamento, al salvataggio, delle immagini ad alta risoluzione immettendo il valore della nuova risoluzione in DPI (“Dot Per Inch”, punti per pollice);
  • Abilitare/disabilitare il ricampionamento al salvataggio delle immagini nel catalogo ad alta risoluzione, immettendo il valore della nuova risoluzione in DPI (“Dot Per Inch”, punti per pollice);
  • Cambiare lo spazio di colori di default: RGB, livelli di grigio, YCbCr, YCbCrK o CMYK;
  • Abilitare/disabilitare la visualizzazione automatica della finestra con l’immagine ripresa dalla macchina fotografica nel caso in cui venga connessa la camera;
  • Inserire le informazioni del proprio account Youtube
  • Impostare i pixel della sfumatura
  • Impostare gli FPS (frames per second)
  • Impostare la modalità del Focus Stacking
  • Selezionare i CODEC di default per i video
  • Selezionare il valore per il moltiplicatore DPI : cambiando la distanza della macchina fotografica e impostando il valore in questo campo, il programma calcola in automatico i DPI, senza dover importare una nuova calibrazione.

Per impostare definitivamente i precedenti parametri cliccare sul pulsante OK o Applica.

5 - Aggiunta/eliminazione tasti nella toolbar ad accesso rapido

La toolbar di accesso rapido si trova in alto a sinistra, vicino il tasto e serve per avere a portata di mano alcune funzioni di rapido utilizzo. Di default ci sono 4 pulsanti di salvataggio, il pulsante Undo e quello di Redo. Comunque è possibile personalizzare questa barra inserendo o eliminando alcuni pulsanti. Per aggiungere un nuovo pulsante basta posizionarsi sopra il pulsante scelto, premere il tasto destro del mouse e selezionare Add to Quick Access Toolbar. Per eliminare un pulsante dalla toolbar ad accesso rapido basta posizionarsi sopra il pulsante scelto, premere il tasto destro del mouse e selezionare Remove from Quick Access Toolbar. L’eliminazione (o l’aggiunta) può essere fatta anche premendo sul tasto e selezionando il pulsante da nascondere/visualizzare dalla lista. Premendo il tasto si può visualizzare la toolbar ad accesso rapido sia sotto sia sopra il menù oppure minimizzare/massimizzare il menù. Per minimizzare/massimizzare il menù si può anche cliccare velocemente due volte sopra una voce del menù.

6 - Modalità d’inserimento dei parametri

Nelle caselle con i menù a discesa i parametri possono essere impostati in 3 modi differenti:

  1. Selezionando col mouse il valore desiderato dal menù a discesa;
  2. Scorrendo i valori col mouse mediante le frecce di aumento/diminuzione fino al valore desiderato;
  3. Inserendo il valore desiderato da tastiera e premendo successivamente il tasto “Invio”;

7 - Posizionamento della fotocamera

Alo’' Photo Scan 5.0 ha un sofisticato sistema di elaborazione che, unito all’uso dell’illuminatore Gem Photo Lux © di FourPro©, permette di ottenere foto in cui gli oggetti appaiono nelle loro dimensioni reali (1:1). Tuttavia, per fare in modo che le dimensioni siano corrette, è necessario posizionare in maniera esatta la fotocamera nel braccio dell’illuminatore, una posizione errata potrebbe falsare le dimensioni dell’oggetto. La distanza tra la barra trasversale del braccio che sostiene la fotocamera e il piatto deve essere di circa 32 cm. Per una corretta misurazione posizionare il braccio dell’illuminatore in verticale rispetto al piatto. Quindi, con l’aiuto di un righello, misurare la distanza. Per variare l’altezza agire sulle opportune manopole che regolano il movimento del braccio e poi appoggiare il righello al centro del piatto e attivare la finestra di anteprima in Alo’' Photo Scan 5.0 selezionando una delle cornici proposte. In seguito verificare che il centimetro acquisito corrisponda effettivamente alla dimensione della cornice selezionata.

Acquisizione ed elaborazione delle immagini

Nota: collegare la fotocamera al PC ed accenderla prima di avviare il programma.

Una volta avviato, Alo Photo Scan 5.0 si presenta con la seguente interfaccia grafica:


Nella parte superiore dell'applicazione sono visibili il menu di sistema, per l’apertura ed il salvataggio file, e la barra degli strumenti. Molti pulsanti presenti nella barra degli strumenti sono attivabili anche cliccando con il tasto destro del mouse sopra l’immagine sulla quale si lavora.(1.4 - File salvati in precedenza; 11 - Salvataggio Immagini; 13 - Menu contestuale)
Per lavorare con più immagini contemporaneamente è possibile passare da una foto all’altra cliccando sopra il nome dell'immagine in alto a sinistra, sotto il menù di sistema. In alto a destra è visibile l'elenco delle cornici disponibili. La cornice rappresenta la maschera di selezione che permette di ritagliare un’area della stessa superficie mantenendo le dimensioni 1:1 dell’oggetto. Le cornici sono liberamente codificabili (aggiunte, modificate, eliminate, etc.) mediante i pulsanti visibili in basso a sinistra nella tabella. Per ogni cornice occorre solamente inserire la descrizione ed i valori di larghezza e altezza in mm.( 3.1 - Selezione maschera)
In alto a sinistra si trova la toolbar con gli strumenti di selezione, modifica e zoom delle immagini, insieme anche allo strumento per scrivere dei testi sopra le immagini. In alto a sinistra si trova l’equalizzatore veloce che serve per applicare dei filtri di equalizzazione all’immagine per vederne l’anteprima prima di applicarlo veramente.(3 - Fotoritocco e strumenti di lavoro; 3.2 - Sequenza operativa predefinita).
In basso si trova la barra di stato in cui sono visualizzate informazioni varie come ad esempio la percentuale progressiva di salvataggio o il valore della scala di colori del pixel dell’immagine puntato dal mouse. Alla stessa maniera in alto, nella barra del titolo della finestra, sono visualizzate informazioni sull’immagine aperta, sulla percentuale di zoom e sul tipo di immagine (RGB, YCbCr, livelli di grigio, etc…).


Una Novità di Alo' Photo Scan 5.0 è l'Aiuto Veloce, si attiva cliccando il pulsante in alto a sinistra : . Si apre in automatico in una finestra in basso a destra con le varie operazioni che si possono fare all'interno del software, cliccandoci sopra con il mouse.


Per uscire da Alo' Photo Scan 5.0 ci sono due alternative:

1. cliccare sul tasto “x” in alto a destra nella barra del titolo del programma;

2. cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Esci .



Nota: se ci sono immagini modificate non salvate il programma avverte prima di chiudere.

1 - Utilizzare una sorgente di acquisizione

Alo Photo Scan 5.0 consente di acquisire le immagini da molteplici periferiche di acquisizione:

  • Fotocamere digitali;
  • Scanner o periferiche standard Windows© Image Acquisition (WIA).

ed anche da file salvati precedentemente.

1.1 - Scanner o periferiche standard WIA

Sul menù Home | Scanner si può selezionare (vedi figura), dal menù a discesa, lo scanner o una periferica standard WIA, come una webcam, dalla quale prelevare le immagini. Selezionare Finestra di scansione se si desidera utilizzare la finestra di scansione proprietaria dello scanner oppure non selezionarla per ricevere direttamente l'immagine. Cliccando sul tasto Acquisisci (Acquire) si esegue la scansione.

1.2 - Fotocamere

Andando sul menù File | Camera, vedi figura:

Premendo sul pulsante Digital Cameras è possibile visualizzare la lista delle macchine fotografiche supportate e impostare alcuni parametri di quella correntemente collegata, come: fermare la camera, vedere l’anteprima, bloccare/sbloccare l’auto-focus, impostare l’ora, formattare la scheda di memoria, eseguire la procedura di calibrazione 1:1.


Per avviare la macchina fotografica premere Avvia Camera . Se la funzione autoplay è stata attivata nelle impostazioni generali, la camera si attiverà in automatico, e la finestra col video proveniente della fotocamera si presenterà nel seguente modo:


Al centro della finestra verrà visualizzata in tempo reale l’oggetto puntato dalla macchina fotografica. Per acquisire l’immagine premere semplicemente sul tasto Scatta .

L’immagine può essere modificata in tempo reale. Di seguito si elencano le funzioni disponibili nella finestra dell’anteprima:

Partendo dall’alto, i valori seguenti indicano rispettivamente:

  • Time Value (TV) (Valore temporale): indica il tempo di esposizione, ovvero il periodo di tempo in cui il sensore digitale della fotocamera è esposto alla luce.
    Se si incrementa tale valore, l’immagine complessiva sarà più luminosa, se si riduce, l’immagine sarà più oscura.

  • Aperture Value (AV) (Valore di Apertura): indica la dimensione di apertura del diaframma dell’obiettivo, ovvero la quantità di luce che passa attraverso il sensore digitale.
    Se tale valore viene incrementato, avremo un’immagine complessiva più oscura e una messa a fuoco nitida sul piano dell’immagine ( meno profondità di campo ); al contrario, se viene ridotto, avremo un’immagine complessiva più luminosa e una messa a fuoco nitida soltanto ad una determinata lunghezza focale ( maggiore profondità di campo ).

  • ISO: indica la sensibilità della fotocamera alla luce.
    Se viene incrementata tale sensibilità ne deriverà un rumore maggiore, al contrario, se viene ridotta, ne deriverà un rumore minore.

Nota : nei vecchi studi si consiglia di aumentare il primo parametro (1/160) per non avere foto con troppa luce

Focus :

  • Punto Croce : Indica il centro

    Posizionare i prodotti nel centro conferisce una migliore messa a fuoco e nitidezza.

  • Rettangolo : si intende il punto di messa a fuoco.

    Fare clic e trascinare per modificare l’area di messa a fuoco

  • Cliccare su Get Focus per mettere a fuoco l'oggetto nell'anteprima

    Il programma dirà se l'oggetto è a fuoco o no.


  • Auto White Background : Sfondo Bianco Automatico. Se attivo, esegue in automatico lo sfondo bianco dopo lo scatto.
  • Flip Horiz : riflessa orizzontalmente l'immagine nell'anteprima
  • Capture Camera Preview : cattura come l'immagine l'anteprima
  • Blocca AF : se attivato blocca la funzione auto-focus della fotocamera permettendo la messa a fuoco spostando la macchina fotografica
  • Rotazione: permette di ruotare virtualmente l’anteprima. E’ possibile inserire un qualunque valore da 0 a 360° o eseguire direttamente le rotazioni di 0°, 90°, 180° e 270° premendo uno dei 4 pulsanti
  • Equalizza :permette di equalizzare l’immagine al volo non appena scattata la foto (3.2 - Sequenza operativa predefinita)
  • Regolazioni: permette di impostare ulteriori parametri della fotocamera. Lo stesso effetto si ha premendo
  • Si può selezionare un profilo di scatto predefinito che permette di memorizzare tutte le impostazioni, come il tempo di esposizione e l’apertura del diaframma, in funzione della tipologia di oggetti messi sull’illuminatore e dello sfondo utilizzato
  • Registrare un video: premendo il tasto Codec si può impostare il codec di compressione video (DivX, Xvid, ffds, etc…) ed impostare i parametri di compressione. Premendo Record la registrazione parte, può poi essere messa in pausa premendo Pausa, riavviata con Riavvia e stoppata definitivamente premendo Stop. Una volta registrato il video si aprirà in automatico la cartella che lo contiene (il nome automatico dato al video sarà la data e l’ora corrente) e poi il video sarà mandato in riproduzione nel lettore multimediale predefinito. Di seguito si possono visualizzare alcuni video ripresi mediante questa funzione.

Premendo il tasto Parametri nel menù Home | Camera o sul tasto si possono modificare le impostazioni di esposizione e scatto della fotocamera, vedi figura:

Di seguito le impostazioni di esposizione e scatto della fotocamera modificabili dall’utente:

  • Modo di esposizione: Manuale, Programmato, TV, AV. Per le migliori prestazioni impostare sempre AV;
  • Tempo di esposizione;
  • Apertura del diaframma;
  • Compensazione esposizione;
  • Uso del flash;
  • Compensazione del flash;
  • Dimensioni dell’immagine: da Piccola a Grande. Per le migliori prestazioni impostare sempre Grande;
  • Dettaglio dell’immagine: Normale, Fina, Super Fina. Per le migliori prestazioni impostare sempre Super Fina;
  • Bilanciamento del bianco: Per le migliori prestazioni impostare sempre Fluorescente;
  • ISO: da scegliere a seconda della sensibilità dei CCD della macchina fotografica;
  • Tipo di metering;
  • Intervallo di ricerca AF (auto-focus).

Un profilo salvato precedentemente può essere ricaricato semplicemente selezionandolo dal menù a discesa Profili. Per salvare un nuovo profilo settare tutti i parametri come desiderato e poi premere Salva; per cancellare invece un particolare profilo selezionarlo e poi premere Cancella.

Per settare definitivamente tutti i parametri immessi nella form precedente basta premere sul tasto OK o su Applica.


In basso a sinistra è possibile impostare il nome del proprietario della macchina fotografica inserendolo nella casella di testo e premendo Setta Proprietario.

In alto a destra della finestra vengono visualizzate alcune informazioni sulla macchina fotografica come ad esempio lo stato della batteria, etc..

Importante: alcune fotocamere Canon, specialmente reflex della serie EOS, non supportano l’anteprima su PC, per cui, in questo caso nella finestra di anteprima viene visualizzato l’ultimo scatto effettuato.


Scattare le Foto :

Controllare sempre che sia attiva l’impostazione "Auto White Background" (Sfondo bianco automatico) nel pannello di controllo della fotocamera

Acquisire Vista Prospettica :

All’interno dello studio:

  • Ruotare la fotocamera in senso antiorario di 15o
  • Braccio posizionato a 30o
  • Prodotto ruotato in senso oario di 20o

In Alo Photo Scan 5:

  • Immagine Finale ruotata in senso orario di 90o
Acquisire Vista Frontale :

All’interno dello studio:

  • Fotocamera a 0o
  • Braccio posizionato a 15o
  • Prodotto a 0o

In Alo Photo Scan 5:

  • Immagine Finale ruotata in senso orario di 180o
Acquisire Vista dall'Alto :

All’interno dello studio:

  • Fotocamera a 0o
  • Braccio posizionato a 90o
  • Prodotto a 0o

In Alo Photo Scan 5:

  • Immagine Finale ruotata in senso orario di 180o

1.3 - Focus Stacking

Una novità dell'Alo Photo Scan 5 è la nuova modalità di scatto con la funzione Focus Stacking

Si attiva cliccando su Focus Stacking :

Selezionando nell'anteprima alcune parti del gioiello, il programma è in grado di mettere a fuoco più punti dell'oggetto.

Cliccando la freccia nera, si apre un menu:

  • Clear Last : Pulisci Ultimo elimina l'ultimo punto inserito;
  • Clear All : Pulisci Tutto elimina tutti i punti inseriti;

Una volta selezionati i punti nell'oggetto, cliccare su Scatta , la macchina fotografica fa uno scatto con messa a fuoco in ogni punto selezionato :

Il programma unisce ogni scatto effettuato e mostra l'immagine finale..

1.4 - File salvati in precedenza

Per aprire un’immagine in precedenza ci sono due modi:

- andare sul menù in alto a sinistra e cliccare sul tasto Apri .

- cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Apri.

1.5 - Creazione di una nuova immagine

Per creare una nuova immagine cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Nuova (New) .

Nella casella Nome inserire il nome con cui si vuole poi salvare l’immagine. Dalla casella Preset scegliere la dimensione predefinita dell’immagine (“Clipboard” se si vuole copiare un’immagine dagli appunti di Windows©). Nelle altre caselle è possibile impostare le dimensioni, in diverse unità di misura, e la risoluzione in DPI, “Dot Per Inch”, punti per pollice. Questa procedura risulta molto utile per incollare un’immagine presente negli appunti di Windows©.


2 - Annullare le operazioni eseguite e rieseguirle con Undo e Redo

E’ possibile annullare una o più operazioni eseguite su un’immagine premendo uno o più volte il tasto Undo in alto a sinistra. Per ripetere invece le ultime operazioni annullate con Undo premere una o più volte il tasto Redo .

3 - Fotoritocco e strumenti di lavoro

Una volta acquisita, l’immagine viene visualizzata in una nuova finestra dentro l’area principale, con accanto la barra degli strumenti, l’elenco delle maschere e i menù in alto.

La barra degli strumenti include una serie di strumenti per la selezione dell’immagine:

  • Selezione Rettangolare : permette di selezionare aree rettangolari tracciando col mouse una linea che parte con un clic dal vertice alto a sinistra e termina cliccando di nuovo nel vertice basso a destra;

  • Selezione Circolare : seleziona aree circolari/ellittiche;

  • Penna Magica : seleziona aree di colori adiacenti e simili. E’ possibile impostare un valore di tolleranza nella fascia che compare sotto il menù per la valutazione della similitudine tra i colori. Basta cliccare una volta su un qualunque punto dell’immagine e lo strumento selezionerà tutti i punti adiacenti con colore simile, secondo la tolleranza impostata;

  • Selezione Poligonale Multi-Punto : seleziona aree di qualunque forma. Basta cliccare più volte nei vari punti di interesse e lo strumento selezionerà l’area racchiusa all’interno del poligono formato dai punti. Per chiudere la selezione basta fare un doppio click sull’ultimo punto del poligono;

  • Selezione a Mano Libera : permette di selezionare aree di qualunque forma. Basta cliccare e, tenendo premuto il tasto, circoscrivere col puntatore l’area che interessa e rilasciare il tasto per chiudere la selezione con una retta;

  • Zoom In e Out : aumenta di un fattore 2 l’ingrandimento dell’immagine visualizzata, centrando lo zoom sul punto in cui si trova il puntatore, in modo da aiutare l’operatore nelle operazioni di selezione. Cliccando il pulsante dello Zoom Out viene riportata l’immagine all’ingrandimento originale. Lo zoom può essere eseguito anche andando sul menù Home | Vista: premendo su Fit l’immagine viene ridimensionata per entrare in tutta la finestra, premendo Zoom In o Zoom Out il fattore di ingrandimento/riduzione cambia del 10%. Il fattore di zoom può essere impostato manualmente inserendolo o selezionandolo nella casella di testo a discesa e premendo invio. Cliccando il pulsante 1:1 il programma visualizza l'immagine nella sua reale dimesione in pixel (100%).

  • Mano : serve per scorrere l'immagine;

  • Testo : per inserire il testo sopra l’immagine (vedi paragrafo 7 - Testo su immagine)

  • Colore :


  • Smudge :


  • Clone Stamp : possibilità di inserire un logo o immagine;



Quando si selezionano aree rettangolari facendo doppio click in una cornice nell’elenco delle maschere nell’immagine appare un rettangolo tratteggiato con le dimensioni della maschera selezionata. E’ poi possibile cambiare le dimensioni manualmente oppure selezionare una maschera predefinita dall’elenco (vedi paragrafo 3.1 - Selezione maschera).

Quando si seleziona, in qualsiasi maniera, una parte dell’immagine, se si va col puntatore all’interno dell’area selezionata quest’ultima può essere spostata semplicemente mantenendo premuto il pulsante del mouse per poi rilasciarlo una volta posizionata la selezione nel punto giusto. Dopo averla posizionata è possibile procedere all’applicazione dei filtri fotografici che permettono di migliorare l’immagine in maniera significativa.

E’ possibile anche copiare (o premendo Ctrl+C), tagliare (o premendo Ctrl+X) o eliminare (o premendo il tasto “Canc”) la parte selezionata andando sul menù Home | Edita per poterla poi anche riusare come una nuova immagine mediante il pulsante Home | Incolla .

Quando si taglia o si elimina una selezione lo sfondo viene impostato del colore selezionato sul campo riquadrato nella barra degli strumenti, sotto il pulsante di inserimento testo.

Per selezionare tutta l’immagine andare sul menù Immagine | Seleziona tutto .

Per deselezionare l'area precedentemente selezionata, andare sul menù Immagine | Deseleziona .

Per selezionare l’area inversa andare sul menù Immagine | Seleziona inverso .

Per ritagliare la parte selezionata andare sul menu Immagine | Ritaglia . Se l’area selezionata non è rettangolare il ritaglio viene eseguito prendendo il rettangolo più piccolo che racchiude l’area selezionata.


Per tagliare un’area selezionata, lasciando sotto lo sfondo scelto nella tavolozza colori della barra degli strumenti, cliccare su Immagine | Nuovo Layer .

Il nuovo layer poi può essere spostato trascinandolo col tasto del mouse premuto e posizionato rilasciando tale tasto. Il nuovo layer può anche essere ridimensionato trascinando e rilasciando i quadrettini bianchi presenti ai lati o agli angoli della selezione. Comunque una volta posizionato e ridimensionato il layer come desiderato il layer può essere inserito definitivamente nell’immagine premendo il tasto Immagine | Unisci Layers .

Il livello può essere ruotato andando sul menù Immagine | Ruota Livello e per confermare cliccare su .

Nota 1: la maggior parte delle operazioni precedenti sono eseguibili anche premendo il tasto destro sopra un qualsiasi punto dell’immagine e cliccando col tasto destro.

Nota 2: tutte le operazioni di fotoritocco presentate in questa guida possono essere applicate sia sull’intera immagine sia solamente sull’eventuale selezione scelta.

3.1 - Selezione maschera

Per creare una maschera predefinita nell’immagine fare un doppio click nella casella scelta dentro la seguente finestra delle maschere di selezione (la lista può essere ordinata in ordine alfabetico crescente o decrescente cliccando sul titolo della colonna):


La maschera verrà visualizzata nell’angolo superiore sinistro e può essere spostata mantenendo premuto il mouse all’interno della selezione, trascinando la selezione fino al punto desiderato e rilasciando. Per ritagliare la selezione click destro con il mouse e "crop selection" (Ctrl + R).

Inoltre possono essere variate le dimensioni sia col mouse trascinando i lati o gli angoli (quadrettini bianchi) della selezione oppure modificando direttamente o la lunghezza (Width)o l'altezza (Height) nel menù Home | Maschera:


Nota: Le maschere variate non saranno salvate sul modulo catalogo.


Premendo il tasto Lock si abilita o disabilita i quadrettini gialli ai lati e agli angoli della selezione per poter eseguire il ridimensionamento.

Per deselezionare una selezione premere il tasto destro del mouse sopra la selezione e cliccare su Deseleziona .

Sotto le aree di inserimento delle dimensioni si può cambiare pure la risoluzione, in DPI, dell’immagine all’interno dell’area selezionata.


Le maschere di selezione predefinite possono essere modificate, aggiunte e cancellate tramite la barra:



- scorrimento tra le varie maschere :

- aggiungere/modificare/eliminare le maschere :

- aggiungere/ricercare segnalibri :

- filtri:

3.2 - Sequenza operativa predefinita

Tra i numerosi effetti disponibili Alo Photo Scan 5.0 propone, nella barra degli strumenti, quelli che permettono di raggiungere il risultato più efficacemente. Anche se le tipologie e le quantità di effetto applicabili possono variare in funzione dell’oggetto è possibile delineare una sequenza operativa che in gran parte dei casi porta a risultati ottimali.


Sequenza operativa predefinita:

  1. Bilanciamento bianco: sul menù Home | Immagine premendo il tasto Sfondo bianco si rimuove completamente lo sfondo dell'immagine che normalmente può tendere al grigio;
  2. Equalizzazione veloce: agendo sulle barre nella finestra di equalizzazione veloce si può modificare l’intensità dei toni scuri, chiari e dei mezzi toni, osservando al volo l’anteprima. Per applicare le modifiche premere il tasto Applica mentre per tornare alla situazione originale di tonalità premere su Resetta.

N.B. L'equalizzazione veloce permette solo un'equalizzazione parziale dell'immagine, per questo è buona norma usare l'EQUALIZZAZIONE


L’EQUALIZZATORE consente di migliorare ulteriormente le immagini. Dopo aver scelto e applicato la maschera, andare sul menù Home | Immagine e premere il tasto Equalizza


  • Agendo nell’Istogramma, è possibile equalizzare i toni chiari e scuri:

    - scorrendo il cursone di sinistra con lo 0 si muovono i toni scuri dell'immagine;

    - scorrendo il cursore di destra con il 255 si muovono i toni chiari, normalmente si sposta prima del picco nero più alto dell'istogramma per rimuovere il disturbo dello sfondo ottenendo il bianco assoluto;

  • Sharpening : evidenzia dettagli degli oggetti. Si usa per piccole lavorazioni di metallo o taglio delle pietre. Se la presenza di metallo è predominante si consiglia di mettere su Medium;
  • Gamma Correction : modifica i toni medi dell'immagine, scurisce in negativo e schiarisce in postivo;
  • Contrast : il contrasto determina la "nitidezza";
  • Saturation (S) : la saturazione in negativo permette di regolare l'intensità degli oggetti grigi (argento, oro bianco, ecc..) Per ottenere un colore naturale si consiglia di usare anche il Blue (B) in positivo; Se si clicca il Flag la maschera blocca la barra del Blue: imposta in automatico il giusto valore in base a quello selezionato nella Saturazione.

Per applicare le modifiche premere il tasto Applica (Apply), mentre per tornare all'immagine originale premere su Resetta (Reset) o in alto a sinistra su Undo .

3.3 - Filtri

Se il risultato ancora non fosse soddisfacente, cliccando sul pulsante dei filtri è possibile accedere ad una serie di effetti digitali da applicare per migliorare ulteriormente l’immagine. Sulla finestra di sinistra viene visualizzata l'immagine originale e in qualla di destra l'anteprima dell'immagine elaborata


Premendo si copia l’immagine elaborata col filtro nell’originale e quindi è possibile riapplicare un altro filtro.

Selezionando la casella di controllo Blocca Anteprima l’immagine elaborata viene visualizzata subito nel riquadro di destra mentre se non viene selezionato l’immagine elaborata viene visualizzata solo quando si preme il pulsante Anteprima.


Contrasto :

Attraverso i cursori è possibile modificare il livello di contrasto e della luminosità dell’immagine.

HSV :

Modifica i livelli di Tonalità (H), Saturazione (S) e Brillantezza (V). Nella parte in basso vi sono 2 cursori che mostrano il viraggio dei colori secondo i valori dei 3 precedenti parametri.

HSL :

Modifica i livelli di Tonalità (H), Saturazione (S) e Luminosità (L). Molto utile per far risaltare meglio gli oggetti in acciaio.

RGB :

Modifica l’immagine agendo sul valori dei tre colori primari: Rosso (R), Verde(G) e Blu (B).

Filtri Utente :

Impostando i valori nella matrice è possibile ottenere diversi effetti grafici. Sulla destra vi è un elenco di valori predefiniti: Blur, Edges, Emboss, High Pass 1, High Pass, 2, High Pass 3, Low Pass 1 e Low Pass 2. E’ possibile salvare o caricare una particolare configurazione di valori del filtro mediante i due tasti Salva o Carica.

Equalizzazione :

Agendo nell’istogramma, è possibile equalizzare i toni chiari e scuri dei colori primari e della scala di grigi, come già visto precedentemente.

Bump Map :

Applica una luce soffusa, del colore selezionato, nella posizione e delle dimensioni indicate dall’utente. Viene usata per simulare asperità, solchi o sporgenze.

Lente :

Applica un effetto lente nell’immagine. Agendo sui valori è possibile variarne la dimensione, la posizione e il fattore di rifrazione.

Onda :

Applica un effetto onda. Il filtro permette di variare ampiezza, lunghezza d’onda e fase e di applicare un’onda riflettente.

Filtri Morphing :

Sono disponibili i seguenti filtri Massimo, Minimo, Apertura e Chiusura. E’ possibile impostare anche la dimensione della finestra di morphing.

Rotazione :

Permette di eseguire una rotazione libera, orizzontale e verticale, dell’immagine (non solo di 90°). Se la rotazione non è proporzionale a 90° verrà aggiunto canvas per contenere tutta l’immagine.

FFT :

Permette di applicare una trasformazione veloce di Fourier per decomporre un’immagine nelle sue componenti seno e coseno. L’immagine elaborata rappresenta l’immagine nel dominio della frequenza (o di Fourier) mentre l’immagine in input è quella equivalente nel dominio spaziale. Per maggiori informazioni andare al seguente indirizzo .
Sul riquadro si può selezionare un’area rettangolare che può essere azzerata premendo il pulsante Azzera. Premendo il tasto Ripristina si ritorna all’immagine originale. L’elaborazione FFT può essere eseguita sia sui livelli di grigio sia su quelli del colore.

Correzione Gamma :

Permette di modificare la gamma di colori dell’immagine, come già visto precedentemente.

Sharpen :

Usato per migliorare i contorni dell’oggetto. Agendo sulla barra si può aumentare/diminuire l’effetto e la dimensione della finestra di applicazione.

Ridimensiona :

Permette di modificare la dimensione in pixel e/o in percentuale in scala dell'immagine.(vedi paragrafo 8 - Ridimensionamento, rotazione e riflessione)

Soft Shadow :

Permette di aggiungere delle ombre intorno all'immagine, in base alla posizione scelta .(vedi paragrafo 6 - Ombra)

Auto-Enhance:

Esegue un Auto-Miglioramento dell'immagine. (vedi paragrafo 3.2 - Sequenza operativa predefinita)

Crop :

Permette di ritagliare l'immagine impostando la misura per i quattro lati.(vedi paragrafo 3 - Fotoritocco e strumenti di lavoro)

4 - Gestione delle trasparenze

Le trasparenze possono essere applicate andando sul menù Immagine | Trasparenza, vedi figura:

Con questa operazione è possibile rimuovere completamente lo sfondo dalle immagini. E’ necessario impostare il colore che deve diventare trasparente (il predefinito è il bianco), dal menù a discesa o dalla tavolozza dei colori cliccando su “…”, e la tolleranza del colore (il valore predefinito è 15 %). Aumentando la tolleranza anche i colori che si avvicinano meno a quello scelto diventano trasparenti.

Cliccando su Applica la trasparenza viene applicata all’area selezionata (se non è stata effettuata alcuna selezione, la trasparenza viene applicata a tutta l’immagine).

Per eliminare la trasparenza appena applicata premere il tasto Undo .

Nell’esempio sottostante viene applicata la trasparenza solo alla parte selezionata dell’immagine :



Per mantenere la trasparenza in fase di salvataggio, occorre che il file venga salvato con estensione GIF, PNG o TGA che la supportano. In caso contrario la trasparenza verrà salvata con il colore dello sfondo (il predefinito è bianco).

5 - Mescola

Per impostare al volo l’opacità dell’immagine andare sul menù Immagine | Mescola ed impostare, scorrendolo col mouse o inserendolo con la tastiera, il valore percentuale di mescolamento:

Per eliminare l’opacità appena inserita riportare la percentuale di mescolamento a 0 %.

6 - Ombra

Con Alo Photo Scan 5.0 è possibile applicare le ombre alle immagini andando sul menù Immagine | Ombra, vedi figura:

L’applicazione delle ombre avviene tramite l’impostazione dei seguenti parametri:

  • Raggio : profondità dell’ombra (predefinito 17);
  • Orizzontale : scostamento orizzontale dell’ombra (predefinito 5);
  • Verticale : scostamento verticale dell’ombra (predefinito 30);
  • Colore : colore dell’ombra, impostabile dal menù a discesa o dalla tavolozza dei colori cliccando su “…”;
  • Intensità : opacità dell’ombra

Per applicare l'ombra all’immagine cliccare su Applica

Esempio :

7 - Testo su immagine

Per inserire del testo sopra l’immagine premere il pulsante nella barra degli strumenti e poi selezionare l’area d’inserimento desiderata nell’immagine; sotto il menù verrà visualizzata la seguente fascia per la modifica del tipo di testo:

E’ possibile impostare il carattere, la dimensione, l’allineamento ed il colore del testo da inserire oltre ad inserire testo sottolineato, in grassetto, in corsivo o barrato.

Tra le varie funzionalità della fascia “Testo” è possibile ridimensionare o spostare l’area di testo cliccando su .

Il simbolo permette di applicare la modifica, mentre il simbolo annullare l’operazione d’inserimento quando ancora non è stata applicata la modifica con il tasto .

Per eliminare il testo appena applicato premere sul tasto undo in alto a sinistra.

8 - Cambiare colore dello sfondo

Per cambiare il Colore dello Sfondo di un'immagine :

  1. Selezionare il pulsante con la bacchetta magica nella barra degli strumenti e poi cliccare in un punto bianco dello sfondo

  2. Click tasto destro del mouse e selezionare Feather Selection

  3. Selezionare il colore desiderato dalla barra degli strumenti e cliccare OK .

  4. Cliccare il tasto CANC sulla tastiera oppure click tasto destro del mouse ed Elimina .

Immagine orginale:

Immagine con colore di sfondo diverso:

9 - Ridimensionamento, rotazione e riflessione

Ridimensionamento :

Il ridimensionamento dell’immagine consente di risparmiare spazio su disco e tempi di elaborazioni più veloci.

Andare sul menù Home | Immagine e cliccare sul pulsante Ridimensiona .

Indicare la percentuale di ridimensionamento, immettendo un valore in percentuale oppure selezionandolo dalla lista. Verranno mostrati la nuova dimensione e lo spazio su disco occupato dalla nuova immagine. Viceversa indicando una delle due dimensioni verrà mostrato la percentuale di ridimensionamento e lo spazio occupato dalla nuova immagine. E’ possibile selezionare un metodo di campionamento diverso da quello proposto di default. Inoltre è possibile creare una nuova immagine anziché modificare l’originale cliccando nell’apposita opzione.


Si può modificare anche le dimensioni del canvas andando sul menù Home | Immagine e cliccando sul pulsante Canvas .

Immettere la nuova dimensione del canvas, selezionare l’unità di misura e poi cliccare sulle frecce per inserire l’immagine, inalterata, in un canvas più grande o più piccolo partendo o da uno dei 4 angoli o da uno dei 4 lati o dal centro dell’immagine. E’ anche possibile creare una nuova immagine anziché modificare l’originale cliccando nell’apposita opzione.


Rotazione :

Per applicare all’immagine rotazioni successive di 90°, in senso orario o antiorario, andare sul menù Home | Immagine e cliccare sui pulsanti : .

Riflessione :

Per applicare all’immagine una riflessione, sia in senso verticale sia in orizzontale, andare sul menù Home | Immagine e cliccare sui pulsanti : .

10 - Gadgets

Cliccando sul menù Home | Gadgets si visualizzeranno altre funzioni da ultilizzare sull'immagine scattata.

Stelle :

Righello : (in pollici o centimetri)

Riflesso :

Per aggiungere il riflesso, cliccare su Gadgets | Add Reflection : il programma crea in automatico il riflesso sotto l'oggetto, in base allo spazio presente nello sfondo. Altrimenti eseguire una selezione rettangolare su più di metà dell'oggetto e cliccare su Add reflection.

11 - Salvataggio Immagini

Una volta applicate le modifiche che interessano è possibile:

1. Salvare l’intera immagine:

  • Cliccando sul tasto in alto a sinistra;
  • Cliccando sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Salva (in questo modo l’immagine viene salvata col suo nome originale);
  • Cliccare di nuovo sul tasto in alto a sinistra APS e poi sul tasto Salva Come (in questo modo l’immagine può essere salvata scegliendo un nome diverso);

2. Salvare l'immagine per il web:

  • Premendo sul tasto in alto a sinistra;
  • Cliccando sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Salva Web è possibile salvare l’immagine con delle dimensioni predefinite per il Web :

    Il file viene salvato accodando al nome inserito per il salvataggio le dimensioni dell’immagine. Possono essere selezionati più formati mediante la casella di controllo: tramite la casella si possono aggiungere/eliminare/modificare: in questo modo vengono salvate più immagini con le dimensioni selezionate.

    Se si seleziona Stretch l’immagine verrà ridimensionata mentre se non si seleziona l’immagine verrà ritagliata;


3. Salvare l'immagine per il catalogo:

  • Premendo sul tasto in alto a sinistra;
  • Cliccando sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Salva Nuovo Modello si può salvare l’immagine ed inserirla nel catalogo (vedi paragrafo 1 - Articoli)
  • Se è stata selezionata una parte dell’immagine, con qualsiasi tipo di selezione, questa parte può essere salvata cliccando sul tasto in alto a sinistra;


Nota: tutte le operazioni precedenti di salvataggio sono eseguibili anche premendo il tasto destro sopra un qualsiasi punto dell’immagine e cliccando col tasto destro.


Pur essendo supportati i più comuni formati di immagine, si consiglia il salvataggio dei ritagli in formato Jpeg (.jpg). Tale formato infatti permette di mantenere una buona qualità di immagine riducendo drasticamente le dimensioni dei file su disco. Per ottimizzare ulteriormente il file è possibile ridimensionare l’immagine (vedi paragrafo 8 - Ridimensionamento, rotazione e riflessione).

  • Una volta salvata un’immagine per chiuderla cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Chiudi . La chiusura è possibile anche premendo il tasto x della finestra dell’immagine in alto a sinistra.
  • Per riaprire gli ultimi file chiusi basta cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi premere su uno dei file recenti sulla lista di destra.
  • Una volta salvata un’immagine per ritornare alla versione salvata precedentemente basta cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Revert .
  • Premendo il tasto in alto a sinistra e poi sul tasto Proprietà si può visualizzare le proprietà dell’immagine: nome, percorso di salvataggio, dimensioni e risoluzione (in DPI, “Dot Per Inch”, punti per pollice). Le proprietà possono essere visualizzate anche andando sul menù Home | Immagine e premendo il tasto Proprietà

12 - Stampa Immagini

Per stampare un’immagine cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi andare su Stampante :

  • Anteprima di Stampa : consente di visualizzare in anteprima l’immagine e modificarla prima della stampa;
  • Stampa Immediata : consente di inviare l’immagine direttamente alla stampante predefinita senza apportare modifiche;
  • Impostazioni Stampa : consente di selezionare la stampante, il numero di copie e altre opzioni di stampa prima della stampa dell’immagine;

13 - Menu contestuale

Posizionando il mouse sopra l’immagine e premendo il tasto destro si può accedere al menú contestuale come da figura seguente:

Usando questo menu contestuale è possibile eseguire velocemente alcune delle operazioni più comuni, organizzate in differenti sezioni, come:

  • Salvare un’immagine (salvare la sola selezione, come nuovo modello o per il web);
  • Eseguire operazioni di copia/taglia, incolla e eliminazione;
  • Selezionare tutta l’immagine, deselezionare un’area già selezionata, selezionare l’opposto dell’area selezionata oppure ritagliare l’area selezionata;
  • Creare o mettere insieme layers;
  • Stampare;
  • Visualizzare le proprietà dell’immagine.

Vedi anche paragrafi : 11 - Salvataggio Immagini, 3 - Fotoritocco e strumenti di lavoro, 12 - Stampa Immagini.

Gestione dei cataloghi

Alo Photo Scan 5.0 permette di organizzare le foto acquisite, aggiungere dei dati descrittivi (anche in più lingue), comporre dei formati di stampa e ottenere infine dei cataloghi stampabili. Tutta la gestione dei cataloghi è raggiungibile dal menù Cataloghi | Catalogo, vedi figura:

Nota: la gestione dei cataloghi è possibile solo se il modulo aggiuntivo Catalogo è registrato (vedi paragrafo 2 - Registrazione plugin Catalogo), in caso contrario verrà visualizzata una finestra d’avviso ad ogni utilizzo.

1 - Articoli

Premendo il pulsante Articoli verrà presentata una maschera di inserimento e modifica degli articoli. Attraverso questa form è possibile organizzare le proprie immagini associandogli alcune informazioni come il modello, il peso, la dimensione, i prezzi ed i carati, etc…, vedi figura:


La gestione dei dati avviene tramite il navigatore in basso a sinistra :


Attraverso i suoi pulsanti è possibile:

    • : servono per scorrere gli elementi del catalogo;

    • : servono per aggiungere/eliminare/modificare/salvare/annullare (x è attivo solo se ci sono modifiche da salvare) gli elementi del catalogo;

    • : serve per aggiornare i campi;

    • : servono per creare e trovare un segnalibro;

    • : serve per applicare un filtro al catalogo


Nota: una volta eseguita una qualsiasi modifica al catalogo, quando si chiuderà la form precedente, il sistema si preoccuperà di chiedere all’utente se vuole modificare definitivamente il catalogo oppure no.


Per ogni articolo è possibile specificare e personalizzare :

  • Descrizioni dell’articolo in lingue diverse. Obbligatoria per stampare gli articoli nel catalogo
  • Codice a barre;
  • Tipo di metallo : premendo sul pulsante è possibile inserire il tipo di metallo prendendolo da una lista (anch'essa modificabile);
  • Peso;
  • Due Prezzi;
  • Carati;
  • Dettagli;
  • Dimensioni;

Altri campi da specificare per ogni articolo :

  • Note e Tag;
  • Famiglia - Gruppi - Sottogruppi : permettendo così un’organizzazione più efficiente dei dati.

    Cliccando sulla bacchetta si aprirà la form in cui gestire le tre liste:


Nota: la gestione dei dati precedenti avviene sempre tramite il navigatore in basso ad ogni singola lista che funziona allo stesso modo del navigatore generale già visto in precedenza.

E’ possibile specificare dettagli diversi da quelli predefiniti specificandoli nella configurazione del programma (vedi 4 - Configurazione catalogo)


Per creare un nuovo articolo seguire una delle due procedure:

Prima Procedura :

  1. Aprire l’immagine dell’articolo salvata in precedenza;
  2. Cliccare sul tasto in alto a sinistra e poi andare su Salva come Modello ;
  3. Inserire tutti i dati: modello, codice a barre, descrizione, etc…;
  4. Inserire la famiglia, il gruppo e il sottogruppo;
  5. Inserire la maschera selezionandola dal menù a discesa in basso a destra;
  6. Premere , a questo punto l’articolo sarà stato inserito nel catalogo.

Seconda Procedura :

  1. Aprire il catalogo nel menù Cataloghi | Catalogo premendo poi il tasto Articoli ;
  2. Premere il tasto ;
  3. Inserire tutti i dati: modello, codice a barre, descrizione, etc…;
  4. Inserire la famiglia, il gruppo e il sottogruppo;
  5. Inserire la maschera selezionandola dal menù a discesa in basso a destra;
  6. Inserire l’immagine dell’articolo desiderato. Premere su :
    • se si vuole caricare un’immagine salvata in precedenza;
    • se si vuole catturare l’immagine in tempo reale dalla macchina fotografica;
    • se si vuole eliminare l’immagine associata all’articolo;
    • se si vuole modificare un’immagine associata ad un articolo basta andarci sopra, premere il tasto destro e poi premere su Copia. In questa maniera l’immagine potrà essere ripresa dagli appunti di Windows© creando una nuova immagine e incollandoci l’immagine copiata, come già visto nel paragrafo 3 - Fotoritocco e strumenti di lavoro;
  7. Premere , a questo punto l’articolo sarà stato inserito nel catalogo.

Per ricercare un articolo creato in precedenza scorrere la tabella tramite gli appositi pulsanti del navigatore oppure premere i tasti , si aprirà la lista degli articoli:


Dalla schermata degli Articoli:

Premendo il tasto Esporta Dati si può esportare tutto il catalogo nel file models-export.csv, che poi verrà aperto tramite il programma associato di default e potrà quindi essere salvato in altra posizione, a discrezione dell’utente, come backup.

Premendo il tasto Importa Dati invece si può caricare nel catalogo dei dati salvati precedentemente in un file .csv (“Comma Separated Value”, file di testo che contiene dati delimitati da virgole o da punti e virgola) tramite la funzione Esporta Dati o comunque da un file che presenti la stessa struttura dati. Questa funzione può essere particolarmente utile ad esempio per importare il catalogo da un computer ad un’altro.

Attraverso l’Autocomposizione formato è possibile specificare come gli articoli devono essere disposti nella pagina stampata del catalogo e quali dati devono essere associati alle immagini. Si può accedere a questa funzionalità andando sul menù Cataloghi | Catalogo e poi premendo Autocomposizione formato

La procedura si compone di 4 passi, ad ogni passo premendo il tasto Indietro si può tornare a modificare i parametri inseriti nei passi precedenti. In ogni momento si può uscire dalla procedura guidata premendo il tasto Esci .


Fase 1 :

Nella prima schermata (vedi figura seguente) si può scegliere se creare un nuovo formato oppure se modificarne uno già esistente selezionandolo dalla lista in basso. Il programma viene fornito già con una serie di formati adatti alla maggior parte dei casi.

Per creare un nuovo formato è necessario innanzitutto specificarne il tipo. Si può scegliere tra:

  • Catalogo Colonnare (stesse cornici per ogni pagina);
  • Catalogo Colonnare con riepilogo Metallo - Titolo;
  • Catalogo Dimensionante (ogni forma verrà posizionata automaticamente).
  • Dimensione Fissa (tutte le immagini hanno un'unica maschera)

Per eliminare un formato basta selezionarlo dalla lista in basso, premere il tasto destro e poi elimina.

Effettuata le.a scelta, premere il tasto Avanti .




Fase 2 :

Nella seconda schermata (vedi figura seguente) si devono specificare le dimensioni della pagina, l’orientamento (verticale o orizzontale) ed il font da usare per il testo, quindi anche il tipo di cornice ed i campi anagrafici da visualizzare. Per ognuno di essi è possibile impostare le caratteristiche del font (grassetto, corsivo, sottolineato e barrato):

  • serve per aggiungere tutti i campi alla stampa;
  • serve per aggiungere il campo evidenziato a quelli da stampare;
  • serve per eliminare il campo evidenziato da quelli da stampare;
  • serve per eliminare tutti i campi alla stampa;
  • sposta l’articolo verso l’alto;
  • sposta l’articolo verso il basso.

Nota 1: si può aggiungere o eliminare un campo anche cliccandoci due volte sopra.

Nota 2: per eseguire una selezione multipla di più campi tenere premuto il tasto Ctrl e contemporaneamente c liccare su tutti i campi desiderati che così verranno evidenziati.


Sulla destra viene indicato la posizione dei dati (sopra, sotto, a sinistra, a destra) della foto. E’ anche possibile specificare la dimensione della sezione con i dati (se non si immette Autodimensiona potrebbero esserci dei tagli), se i dati devono essere rappresentati su una sola riga e se le immagini devono essere contornate da un bordo nero.

Nel caso si sia scelto Autodimensiona le immagini possono essere anche ordinate attraverso la dimensione delle maschere selezionando il checkbox corrispondente.

Nel caso si sia scelto il Catalogo Colonnare con riepilogo Metallo - Titolo è possibile inserire anche il numero riepiloghi da visualizzare.

Da notare che alcuni parametri potrebbero essere disabilitati a seconda del tipo di catalogo scelto nella schermata precedente, come ad esempio nel tipo Autodimensiona.

Effettuate le scelte, premere Avanti.



Fase 3 :

Nella terza schermata (vedi figura seguente) verrà presentata un’anteprima grossolana del nostro formato. In questa fase si possono variare il numero di colonne e di righe, il passo verticale e orizzontale , le dimensioni dei margini (superiore, inferiore, sinistro e destro) e l’altezza del campo del titolo e del piè di pagina. Variando questi parametri si aumenterà o diminuirà l’area stampabile della pagina e la distanza tra le immagini.



Effettuate le opportune correzioni è possibile cliccare su Anteprima per avere un’anteprima del formato, come nella figura successiva, e per modificare il modello più nel dettaglio:

  • Riposizionamento dei singoli campi;
  • Stampa del modello;
  • Salvataggio del modello corrente o caricamento di modelli preesistenti;
  • Esportare in altri formati (HTML, RTF, BMP, etc…);
  • Salvare il modello in formato PDF;
  • Inviare per email il modello;
  • Zoom sul modello
  • Editare il modello più nel dettaglio (vedi più avanti);
  • Vedere lo schema del modello;
  • Vedere in anteprima le miniature di tutte le pagine del modello e passare da una pagina all’altra;
  • Impostare il layout della pagina;
  • Scorrere le pagine del modello.

Per uscire da questa finestra premere sul tasto Chiudi .


Cliccando invece su Avanzato possiamo accedere ad un’altra maschera dove è possibile effettuare ulteriori personalizzazioni (vedi figura successiva). Visitare il sito fast-report.com per maggiori informazioni sulle personalizzazioni possibili.



Infine premere Avanti per andare all’ultima schermata dell’Autocomposizione formato.



Fase 4 :

Nell’ultima schermata (vedi figura seguente) occorre specificare un nome da assegnare al nuovo formato e poi cliccare su Salva .

Fatto click cliccare su Esci per chiudere la finestra.

Selezionando Salva Copia il formato verrà salvato come copia dell’originale.



A fine procedura il nuovo formato salvato potrà essere utilizzato nella successiva stampa del catalogo (vedi paragrafo 3 - Stampa catalogo)

Una volta definiti i propri formati, è possibile procedere con la stampa degli articoli caricati in anagrafica andando sul menù Cataloghi | Catalogo e poi premendo Stampa Catalogo .

E’ possibile quindi indicare dei filtri per codice (stampando tutti gli articoli compresi fra un articolo di partenza ed uno di fine) e per dettaglio dell’articolo. Se lasciati vuoti il programma selezionerà tutti gli articoli disponibili per quel formato. Gli articoli da stampare possono essere selezionati anche impostando la famiglia, il gruppo o il sottogruppo.

Alo Photo Scan 5.0 supporta l’ordinamento dei dati per articolo (predefinito) oppure per famiglia, gruppo o sottogruppo, basta selezionare la disposizione desiderata dal menù corrispondente.

Selezionare infine anche la lingua per le descrizioni : questo permette di stampare molto semplicemente dei cataloghi in diverse lingue.


Dopo aver impostato i filtri cliccando su Cerca verranno visualizzati tutti gli articoli che rispettano i criteri impostati.

Sulla sinistra si trova l’elenco degli articoli disponibili per la stampa, sulla destra l’area dove trasferire gli articoli che si vuole stampare, in basso (a sinistra e a destra) l’immagine dell’oggetto selezionato nelle rispettive liste. E’ possibile copiare un’immagine di un articolo andandoci sopra e premendo il tasto destro del mouse. Attraverso gli appositi pulsanti possiamo selezionare e spostare gli articoli nell’elenco di destra e poi riordinarli:

  • serve per eliminare tutti gli articoli (non lo stampa);
  • serve per stampare tutti gli articoli;
  • serve per eliminare un articolo (non lo stampa);
  • serve per stampare un articolo;
  • sposta l’articolo verso il basso.
  • sposta l’articolo verso l’alto;

Nota 1: si può aggiungere o eliminare un campo anche cliccandoci due volte sopra.

Nota 2: per eseguire una selezione multipla di più campi tenere premuto il tasto Ctrl e contemporaneamente cliccare su tutti i campi desiderati che così verranno evidenziati.


Altre funzioni:

  • cancella la selezione corrente;
  • carica una selezione salvata in una sessione precedente;
  • salva la selezione corrente per poi ricaricarla in futuro con l’apposita funzione;
  • stampa in anteprima il catalogo; (vedi immagine sotto)

  • crea il catalogo in pfd con gli articoli presenti nella selezione corrente;

Per stampare il catalogo premere su Stampa dalla finestra dell'anteprima di stampa.

Di seguito vengono elencati i parametri configurabili dall’utente per il modulo Catalogo andando sul menù Catalogo | Setup


Generale :

  • Percorso Immagini : indica la cartella dove si trovano le immagini degli articoli.
  • Descrizione Dettagli : la descrizione del campo in Anagrafica.
  • Descrizione, Maschera, Dettagli 1,2,3... : imposta la descrizione dei campi in anagrafica. Per ogni campo è possibile specificare una maschera di input, ovvero obbligare il campo ad accettare solo valori numeri o alfanumerici in un certo formato.

Pagina :

  • Carta : specifica il formato di carta predefinito. L’elenco mostra i tipi supportati dalla stampante di sistema.
  • Orientamento : scegliere tra Verticale e Orizzontale.
  • Carattere, Misura e Allineamento : tipo, dimensione e allineamento predefinito del font proposto nell’Autocomposizione formato.

Dati :

  • Posizione : è possibile scegliere tra sopra, sotto, destra o sinistra dell’oggetto.
  • Impostazione Larghezza e Larghezza : è possibile scegliere tra Personalizzata e Automatica e impostare un valore.
  • Allineamento : a sinistra, a destra o al centro.
  • Mostra in un'unica riga : se abilitata forza la visualizzazione del testo su un’unica riga.

Azienda :

  • Logo predefinito : indica l’immagine del logo da stampare in testa alle pagine.
  • Modifica il modello di stampa predefinito : mostra l’editor del modello di stampa con le impostazioni predefinite.
  • Dati : i dati riferiti al logo.
  • Note generali : note generiche da mostrare nel catalogo.

Database :

  • Tipo : indicare se al database del catalogo può accedere un utente singolo o più utenti.
  • Percorso : indicare il precorso dove viene salvato il database del catalogo.
  • Username : indicare la username per loggarsi al database.
  • Password : indicare la password per loggarsi al database.

Per impostare definitivamente i precedenti parametri cliccare sul pulsante OK .

5 - Import / Export dati

Alo’ Photo Scan 5.0 supporta import / export dei dati da / verso altri applicativi. Per ulteriori informazioni visitate questa pagina: Alo Photo Scan - Data Import / Export from / to other software (lingua inglese).

Aspetto del programma

L’aspetto di Alo Photo Scan 5.0 può essere modificato semplicemente accedendo al menù Aspetto.

Andando sul menù Aspetto | Schema colore si può cambiare il colore e il tema del programma premendo uno dei seguenti pulsanti:

.

A destra di questi pulsanti si può selezionare e cambiare completamente anche la skin del programma Alo Photo Scan 5.0.

Andando sul menù Aspetto | Opzioni si può visualizzare o nascondere la vecchia finestra principale di Windows© premendo il tasto Ribbon .

Andando sul menù Aspetto | Barra accesso rapido si può visualizzare o nascondere la barra di accesso rapido in alto a sinistra premendo il tasto Visibile .

Inoltre si può cambiare la posizione della barra di accesso rapido, sopra o sotto il menù, premendo i pulsanti Sopra il ribbon o Sotto il ribbon. .


Andando sul menù Aspetto | Finestre, premendo il tasto corrispondente nella figura successiva, si possono arrangiare le finestre con le immagini in diversi modi :

  • Suddivisione orizzontale;
  • Suddivisione verticale;
  • A cascata;
  • Arrange : tutte le finestre con le immagini verranno organizzate in maniera ottimale;
  • Minimizza : tutte le finestre verranno ridotte a icona.

Supporto

Per accedere al supporto tecnico di Alo Photo Scan 5.0 entrare nel menù Supporto.

Andando sul menù Supporto | Aiuto si possono richiedere diversi tipi di supporto tecnico:

  • Guida on-line;
  • Forum on-line;
  • Inviare una mail : di richiesta supporto o per qualsiasi altro motivo;
  • Live Update : cliccando il programma può essere aggiornato manualmente all’ultima versione, anche se di default il sistema viene aggiornato automaticamente all’avvio.
  • Info : per visualizzare informazioni sulla versione corrente del programma. ;
  • Flex Line Homepage : per collegarsi al sito web dell'azienda sviluppatrice Flexline;


Andando sul menù Supporto | Video si può accedere alla sezione video di supporto tecnico, alle demo ed ai tutorials.

Cliccando su Video tutorials Home si aprirà il browser alla pagina con l’indice di tutti i video tutorials visualizzabili :

Consigli Utili

  1. Quando non si usa la fotocamera disattivare l’anteprima. Infatti la lettura del flusso video occupa gran parte della CPU, rallentando così il sistema. Si consiglia pertanto di disattivarla così da sfruttare al meglio il carico della CPU in altre situazioni, come ad esempio durante la stampa dei cataloghi;

  2. Collegare la fotocamera prima di avviare il programma, altrimenti il driver integrato potrebbe non riconoscerla correttamente;

  3. Se avete bisogno di ulteriore aiuto oltre a questa guida, potete consultare il nostro Forum all’indirizzo web : flexlinetech.com/supporto/forum. Qui potrete trovare le risposte alle domande di altri utenti e porre le vostre.

Backup Dati

Alo Photo Scan 5.0 salva le immagini e tutti i dati relativi nella sua cartella di installazione predefinita : (c:\Users\Public\Public Documents\ Flex Line Tech\Alo Photo Scan).

Tuttavia non sono previste procedure automatizzate per il backup di questi dati, quindi spetta all’utente finale preoccuparsi di questo aspetto. Per eseguire un backup dei propri dati copiare l’intera cartella dove è in installato il programma e, se specificato in configurazione, anche la cartella esterna dove vengono salvate le immagini.

Nota: eseguire la copia solo quando il programma è chiuso.

Gestione Utenti

Alo Photo Scan 5.0 è un programma mono-utente. Quindi non è possibile gestire più di un utente alla volta. Comunque è possibile inserire una password di protezione per limitare l’accesso al catalogo.

Reinstallazione del Sistema

In caso si presenti la necessità di reinstallare il sistema operativo sul proprio sistema, procedere come segue per il ripristino dei dati di Alo Photo Scan 5.0 :

  1. Eseguire una copia di backup dei propri dati in un supporto mobile (vedi paragrafo Backup Dati )

  2. Reinstallare il sistema operativo, (vedi manuale di Windows© per la modalità operativa);

  3. Ripristinare la copia di backup nella stessa posizione di prima

  4. Avviare il programma di installazione di Alo' Photo Scan (magari scaricando l’ultimo update dal sito web) specificando come destinazione la stessa cartella dove sono stati ripristinati i dati. Il programma d’installazione sovrascriverà solo i file del programma lasciando inalterati quelli dei dati e della configurazione;

  5. Eseguire nuovamente il processo di registrazione.

Note Legali

Copyright © 2008 Flex Line S.r.l. – Tutti i marchi citati in questo documento appartengono ai rispettivi proprietari.

Alo’ Photo Scan 5.0 e Catalogo sono software prodotti da Flex Line© S.r.l. – www.flexlinetech.com.

Gem Photo Lux© è brevettato da FourPro© S.a.s.